Affitto e vendita appartamenti-Agenzia Immobiliare Alkadia

Compravendita appartamenti - ville - negozi - attività commerciali - rustici

 

PORTO SAN GIORGIO

 

porto-san-giorgio-stazione-centrale

 

porto-san-giorgio-vialone-centrale  porto-san-giorgio-centro

 

porto-san-giorgio-lungomare  porto-san-giorgio-molo

 

 

 

 

 Il turista non potrà far a meno di includere nel suo itinerario la bellezza di questa "citta monumento", Porto san Giorgio; caratteristica tipica di molte città marchigiane che aggiungono oltre che al sole, al mare, alla calda accoglienza, un'ampia offerta ricettiva.

 

Località balneare, 17.000 abitanti, porto turistico fra i più moderni e attrezzati, fregiata dalla bandiera blu.

 

La città ha una sua storia da raccontare; in origine era un villaggio di pescatori, legata per secoli a Fermo, dove ne ha costituito lo sbocco sul mare. Testimonianze dell'antico porto navale si trovano presso l'antica pieve di Santa Maria a Mare nel territorio di Marina Palmense; doveva essere collegato alla città di Firmum Picenum mediante la strada Pompeiana.

 

Eretta a fortezza, per difendersi dai pirati turchi, la città prese il nome di Castel San Giorgio. Nel 1164 è annoverata tra le proprietà del capitolo fermano fino al 1267,quando venne ceduto definitivamente al comune di Fermo. Il trattato del 1260 pose fini ai contrasti tra Fermo e Venezia, favorendo lo sviluppo mercantile grazie anche alla presenza dei podestà veneziani.

 

La vita culturale e sociale del posto è molto attiva, con una nutrita rassegna di iniziative letterarie, artistiche, musicali.

 

La fiera di San Giorgio che si svolge come ogni anno a cavallo del mese di aprile in onore dei festeggiamenti dedicati al Santo, portano nella cittadina migliaia di persone da ogni dove. A luglio si svolge anche il festival del Doge, cerimonia in costume a ricordare le navi giunte da Venezia a imbarcare il podestà di Fermo.

 

Si possono visitare nella centrale Piazza san Giorgio, la Fontana della Democrazia del sec. XIX, come pure la Chiesa di San Giorgio, dove all'interno si trova la copia del polittico del Crivelli, le Chiese delle Anime Sante, del Crocifisso, del SS.Rosario, il Rione Castello, le splendide mura medievali, le bellissime ville in stile liberty che si affacciano sul lungomare.

 

Da non perdere la Rocca Tiepolo; il nome deriva da Lorenzo Tiepolo, podestà di Fermo e futuro doge di Venezia, che ridiede impulso alla città e trasformò il porto in uno scalo attrezzato e munito militarmente costruendo la rocca. Un affascinante edificio fortificato risalente al 1267, realizzato per volere del governatore di Fermo dotata di un imponente mastio centrale, a difesa del porto e dei borghi del litorale dalle incursioni saracene, oggi utilizzata come teatro all'aperto.

 

Da vedere anche Villa Bonaparte, commissionata da Girolamo Bonaparte in occasione del suo soggiorno in città, tra il 1829 e il 1832, ma attualmente di proprietà della famiglia Pelagallo. Costruita su progetto di Ireneo Aleandri, in stile neoclassico, immersa nel verde lussureggiante di un ampio giardino.

 

Protagonista della vita culturale di Porto San Giorgio è il Teatro, realizzato nel 1815-1816 su un progetto dell'architetto Giuseppe Lucatelli da Tolentino, poi inaugurato nel 1817.

 

Manifestazione a carattere gastronomico la "Festa del Mare" che si svolge a fine luglio o "Festa della Padella Gigante dell'Adriatico", dove vengono fritti quintali di calamaretti in un padella di 5 metri diametro e utilizzati quindici quintali di olio per ogni friggitura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Torna a inizio pagina